Accumulo

Con la fine degli incentivi in conto energia, decade il meccanismo economico incentrato sulla remunerazione dell'energia autoprodotta e si fa strada sempre più il concetto di massimizzazione dell'autoconsumo. La sfida degli impianti fotovoltaici attuali è quella di consumare in loco l'energia elettrica prodotta, considerando il maggiore valore economico ottenuto rispetto alle quantità energetiche scambiate o cedute alla rete. La massimizzazione dell'autoconsumo avviene mediante la gestione intelligente dei carichi, attivati solo in presenza di produzione da fonte solare e/o attraverso l'adozione di opportuni sistemi di accumulo in grado di immagazzinare l'energia elettrica prodotta e non immediatamente consumata, al fine di riutilizzarla la sera o nei momenti di scarso soleggiamento.

L'accumulo secondo GLsolarEnergy

Il sistema di accumulo che la GLsolarEnergy propone va installato dove un impianto fotovoltaico è già presente ed è compatibile con qualsiasi Inverter in commercio poiché si collega in serie ad una stringa dell’impianto fotovoltaico.

Il sistema in modo intelligente, caricherà le batterie utilizzando la corrente dei pannelli solari solo quando essa sarà superiore a quella necessaria in quel momento a coprire il fabbisogno della casa, evitando così di immetterla in rete (il valore commerciale che il GSE riconosce con SSP o RID è di circa 0,04 €/kWh di energia immessa!).

Il sistema, quindi, abbatte i costi della bolletta di energia elettrica (la stessa energia che non andrete più ad immettere in rete vi farà risparmiare circa 0,26 €/kWh il costo che si prende il Gestore di Rete per fornirvi l’energia!) poiché utilizzerete la rete elettrica solo se assolutamente indispensabile, il che significa che la rete elettrica erogherà corrente solo quando i pennelli solari non funzionano (di notte) e le batterie sono scariche.

Il dispositivo si preoccuperà di utilizzare le sorgenti di corrente disponibili, quali i pannelli solari e le batterie, prima di andare a utilizzare la rete elettrica proprio in quest'ordine.

1) Pannelli solari

2) Batterie

3) Rete elettrica

Per gli impianti fotovoltaici già incentivati in Conto Energia non ci sono problemi per l’installazione di questo sistema di accumulo ( deliberazione 574/2014/R/EEL ), in quanto non si va a modificare lo stato originario dell’impianto fotovoltaico e non si va ad aumentare la producibilità dello stesso; questo perché l’energia prodotta di giorno ed accumulata nelle batterie, è la stessa che poi utilizzerete di sera nella vostra abitazione. Le batterie non verranno MAI ricaricate dalla rete!

Per qualsiasi domanda o dubbio non esitate a contattarci.

Share by: